Relazione attività annuale

Relazione anno 1993

Relazioni inserito il: 9 luglio, 1993 Commenti disabilitati su Relazione anno 1993

L’anno 1993 ha presentato e presenta un particolare arricchimento per l’Accademia dell’Immacolata che promuove, sempre più, soprattutto per i suoi aderenti, la coscienza di ricorrere a Maria per una reale crescita conforme ai voleri di Dio.

Il saluto del Santo Padre per la festa dell’Immacolata dell’anno precedente ha posto un accento più prolungato e approfondito riguardo alla testimonianza dei «valori spirituali» anche nel quotidiano; per la qual cosa l’Accademia si è premurata anzitutto di rispondere a questo invito.

L’inizio dell’anno (2-6 gennaio) pone subito in quest’ottica gli associati, che si recano laddove Maria è apparsa dichiarandosi l’Immacolata per ricevere da Lei luce e forza interiore, nella grotta di Massabielle, in momenti di intensa preghiera e meditazione.

Il 9 e 10 gennaio alcuni rappresentanti della «Casa di Maria» di Roma (sempre più legata ai programmi dell’Accademia) partecipano ad Assisi alla veglia di preghiera indetta da Sua Santità Giovanni Paolo II per la sempre più vergognosa e drammatica situazione in Bosnia-Erzegovina. All’inizio dell’anno (19 gennaio) è senza dubbio un  notevole frutto spirituale per gli aderenti il riconoscimento, da parte di S.E.il card. Ruini, della Associazione «Completamente Tuoi» alla quale essi si riferiscono in maggioranza. Nello stesso mese l’Accademia ripropone, ancora attraverso i giovani della «Casa di Maria», momenti settimanali di preghiera e di adorazione presso la chiesa dell’Immacolata.

Il periodo quaresimale è molto intenso, per la proposta di esercizi spirituali. Soprattutto alcune ragazze, che vivono la loro fase di noviziato presso la «Casa di Maria», sono particolarmente coinvolte in essi. Luoghi scelti sono ancora il Santuario centrale di Lourdes (1-7 marzo) e Jasna Gòra, che ha dato inizio al loro cammino vocazionale. Significativi, in quei stessi stessi giorni (9-13 marzo) sono i pellegrinaggi: tappe spirituali a Cracovia, presso il monastero della allora Venerabile Faustina Kowalska, a Kalwaria e a Wadowice. Tali luoghi suscitano una più immediata comprensione di alcune urgenze spirituali della Chiesa stessa.

Il 25 marzo i giovani dell’Associazione sono invitati ad animare un momenti di preghiera e adorazione nella Basilica di San Giovanni in Laterano, come preparazione all’VIII Giornata Mondiale della Gioventù. I giorni seguenti (1- 4 aprile) li vedono poi direttamente coinvolti per tale incontro attraverso la partecipazione con il canto in Aula Paolo VI e alla processione delle palme in Piazza San Pietro. Anche nel momento della Via Crucis del 2 aprile alla Scala Santa di S.Giovanni in Laterano, i giovani della «Casa di Maria» sono invitati a dare il loro contributo spirituale.

La Settimana Santa è per tutti li associati un momenti di ritiro e di coinvolgimento in ciò che maggiormente li determina. Gli esercizi spirituali si svolgono sempre sotto la guida del delegato dell’Accademia e presidente dell’Associazione don Giacomo Martinelli. Domenica 18 aprile è un momento di particolare luce la partecipazione dei giovani e delle famiglie dell’Accademia (circa 150 persone) alla beatificazione di suor Faustina Kowalska. Segue per loro un momento di preghiera e confronto spirituale. Il giorno seguente S.E.Mons. Nowak, Arcivescovo di Częstochowa presiede la celebrazione eucaristica  nella «Casa di Maria». Il 27 aprile alcune giovani famiglie (3) della «Casa di Maria» partono per Lourdes, dove con loro ha inizio una nuova «Casa di Maria» secondo le regole e il carisma propri. E’ attraverso la stabilità in quel luogo che può continuare, per tutto l’anno, una collaborazione più efficace per l’aiuto ai pellegrini dell’Opera Romana Pellegrinaggi. Il 13 maggio S.E. Card. Deskur, Presidente dell’Accademia, celebra con i giovani nella sua cappella, la S.Messa in occasione dell’anniversario delle apparizioni di Fatima e dell’attentato al Papa.

La novena di Pentecoste si svolge sempre più in collaborazione tra le due case di Roma e di Lourdes e sfocia nella partecipazione alla veglia con il Papa in piazza San Pietro, in occasione anche della chiusura del Sinodo romano. Nel mese di giugno anche i sacerdoti associati all’Accademia (16) partecipano ad un ritiro riservato alla loro particolare situazione ad Angolo Terme (BS), dove si raccolgono per 3 giorni in grande silenzio. La preghiera e la meditazione nutrono questo singolare momento di crescita di una appartenenza comunionale più vera ed esistente. Sono aiutati e guidati dal delegato dell’Accademia. Il 25 giugno a Varallo Sesia altre 30 persone giovani e famiglie si consacrano a Maria secondo i canoni dell’Associazione «Completamente tuoi». Il 29 giugno durante la celebrazione eucaristica del Santo Padre, in onore dei SS.Pietro e Paolo, anche due rappresentanti della «Casa di Maria» sono invitati a presentare le offerte.

Il mese di luglio vede partecipi i giovani della «Casa di Maria» e dell’Accademia al pellegrinaggio diocesano di Roma e Lourdes, con S.E il Card. Ruini, in ringraziamento per il Sinodo da poco conclusosi.

Nello stesso mese (il 18) un gruppo di giovani e di famiglie dell’Associazione (40 persone) si aggiunge, per dei momenti di riflessione specifica alla «Casa di Maria» di Roma, con il desiderio di iniziare una verifica vocazionale. I giorni 19 e 27 luglio vien fatto dono ai residenti nella «Casa di Maria» di partecipare alla celebrazione della Messa del Santo Padre a Castelgandolfo. Il 30 luglio alcuni aderenti all’Accademia fanno visita al loro Presidente a Baldegg in Svizzera, condividendo la gioia di una preghiera sincera e di una giornata festosa.

La benedizione di Sua Eminenza accompagna il ritiro estivo degli associati (circa 150 persone) a Częstochowa, fatto in preparazione per la giornata mondiale dei giovani a Denver. Tutti i giorni del ritiro (31 luglio- 6 agosto) sono sostenuti da grandi grazie spirituali: le S.Messe e la veglia notturna sotto l’Icona; una celebrazione presieduta da Mons. Ziolek, Arcivescovo di Łodz; una visita più cosciente alla tomba di suor Faustina a Cracovia; pellegrinaggi a Kalwaria e Wadowice. Come conclusione la solenne celebrazione nel giorno della festa di Maria (5 agosto) con la presenza dell’Arcivescovo Mons. Nowak. Dal 9 al 17 agosto i giovani della «Casa di Maria» partecipano all’avvenimento festoso e luminoso di Denver. Sono anche sostenuti dalla straordinaria presenza dell’Arcivescovo di Luebo, Mons. Emery Kabongo, giunto appositamente dall’Africa per tale evento. In seguito gli stessi giovani procedono nei loro impegni collaborando con l’Opera Romana anche nei pellegrinaggi a Fatima per tutta l’estate.

La fine del mese di agosto e l’inizio del mese di settembre è una preparazione alla risposta definitiva di alcune ragazze (10) a partecipare per sempre alla «Casa di Maria» secondo il carisma verginale. Tra i luoghi di preparazione si aggiungono anche il santuario di Betharram (presso Lourdes) e il monastero di Nevers. Il 12 settembre a Baldegg, in Svizzera, il Card.Deskur benedice le stesse e nel giorno dell’Esaltazione della Croce (14 settembre) danno la loro definitiva risposta davanti alla Regina di Jasna Gòra.

Il 27 settembre, trovandosi a Caravaggio, 16 sacerdoti si coinvolgono più direttamente nell’Accademia tramite la firma del documento dell’Associazione «Completamente Tuoi».Tra il 31 ottobre e il 1 novembre gli aderenti rinnovano la loro consacrazione. Dal 5 all’8 novembre molti partecipano allo straordinario pellegrinaggio a Lourdes guidato direttamente dallo stesso Presidente dell’Accademia card.Deskur il quale vuole offrire tale gesto in ringraziamento dei 15 anni di pontificato di Giovanni Paolo II. L’appuntamento dell’8 dicembre, ormai tradizionale, anche per l’Accademia pone in rilievo in modo speciale, quest’anno, la preghiera dell’Angelus a cui si partecipa con intenso calore spirituale. In piazza di Spagna durante tutta la giornata decine di migliaia di devoti di Maria, singolarmente oppure organizzati in cortei parrocchiali, scolatici, professionali, vengono da tutti i quartieri della città a deporre fiori e innalzare canti dinanzi al monumento dell’Immacolata. L’Accademia provvede a tutto ciò che è necessario per rendere solenne la giornata: manifesti sacri, impianto di diffusione di canti mariani, raccolta e disposizione dei fiori attorno alla base del monumento, contatti con gli uffici del Comune per la decorazione del monumento, accordi con le autorità di polizia per il servizio d’ordine e per il servizio d’onore. Il particolare significato della solenne festa è stato dato, ancora quest’anno, dal Papa stesso il quale «ai piedi dell’antichissima colonna dell’Immacolata, tanto cara alla pietà popolare dei romani, ha come ripercorso con Maria gli itinerari che in questi 15 anni lo hanno visto pellegrino e protagonista della nuova evangelizzazione in ogni angolo della terra. Un pellegrinaggio incessante lungo il quale le soste mariane sono state sempre occasione privilegiata di riflessione e di rigenerazione nella speranza».

I santuari visitati durante l’anno, oltre ai già citati, sono: Mentorella, S.Maria ad Rupes, Pompei, Assisi, La Verna, Santuario dell’Immacolata a Itri (Gaeta), Lanciano, Bolsena, S.Giovanni Rotondo, Monte S.Angelo, Genazzano, Loreto, Nostra Signora di Fatima a S.Vittorino, Fontanellato (MO), Madonna di S.Luca (BO), Caravaggio, Sacro Monte di Varallo Sesia, Boca (NO), Colle Don Bosco, Sacro Monte di Varese, Madonna del Frassino (VE), Arenano, Madonna della Guardia (GE), La Salette. Il luogo di particolare cura spirituale e di crescita del carisma, nel nord dell’Italia, è il piccolo santuario della Madonna del campaccio ad Ardena (VA). Qui l’Accademia gode di una calorosissima accoglienza anche da parte del rettore, don Bruno Crema, uno tra i primi sacerdoti associati.

Tags: , ,

Commenti disabilitati.