Relazione attività annuale

Relazione anno 2003

Relazioni inserito il: 9 luglio, 2003 Commenti disabilitati su Relazione anno 2003

“Saluto il Cardinale Andrzej Maria Deskur e i formatori dei “Figli della Croce”, così il Santo Padre si esprimeva l’undici maggio in S. Pietro nell’omelia della S. Messa in occasione delle ordinazioni sacerdotali per la diocesi di Roma.

Associando nel ringraziamento il Presidente della Pontificia Accademia dell’Immacolata e i responsabili della loro formazione, il Papa dava conferma del felice compimento di una grande tappa per il ramo pastorale della Pontificia Accademia dell’Immacolata.

Come è noto, accanto al lavoro tipicamente accademico che svolgono i professori dell’Ordine Francescano dei Conventuali a cui è legata la segreteria dell’Accademia, da una decina di anni si è particolarmente sviluppata l’azione pastorale affidata dallo statuto alla “Casa di Maria”. L’ordinazione in San Pietro da parte del Papa di due Sacerdoti della Fraternità Sacerdotale dei Figli della Croce che fa capo alla “Casa di Maria” è un passo decisivo verso la stabilità giuridica ed ecclesiale del complesso iter educativo dei seminaristi. Grazie all’Immacolata e al Suo servizio nel campo della nuova evangelizzazione, con i due nuovi Sacerdoti salgono a dieci i presbiteri della “Casa di Maria”. Ad essi si devono aggiungere i due diaconi ordinati il 22 novembre dal Cardinale Andrzej Maria Deskur.

Sette di loro sono impegnati nelle parrocchie romane, due sono nella Casa di formazione e uno è al servizio diretto del Presidente Cardinale Deskur in qualità di segretario-assistente. Al termine del periodo di servizio in Diocesi essi potranno affiancarsi all’azione pastorale presso i Santuari dove da anni già operano le famiglie dei Consacrati della Casa.

L’undici gennaio anche la comunità delle Vergini iscritte all’Ordo Virginum di Roma si sono arricchite di due nuove sorelle solennemente consacrate nella Cappella della Casa con la benedizione del Cardinale Deskur.

Queste note vogliono sottolineare che l’impegno di evangelizzazione della Pontificia Accademia dell’Immacolata a Roma e presso i Santuari di Lourdes, Fatima, Loreto e Czestochowa si sviluppa in virtù della cura vocazionale che specialmente nella Casa di Formazione è continuamente sostenuta con ritiri spirituali, pellegrinaggi, giornate di silenzio e di adorazione.

Degno di nota è il sorgere nel mese di settembre, con la benedizione del Cardinale Presidente, del “Centro Educativo” a cui stabilmente partecipano otto ragazzi delle medie e quattro ragazze delle superiori in due diversi ambiti.

Con l’otto dicembre è formalmente iniziato l’anno del 150° anniversario della proclamazione del Dogma dell’Immacolata Concezione di Maria. A questo fatto più volte Giovanni Paolo II ha fatto riferimento anche durante i mesi precedenti sollecitando tutti, ma in modo particolare le due Accademie Mariane a farsi promotrici di appropriate iniziative.

Il Cardinale Deskur accogliendo le istanze da diversi gruppi e associazioni si è fatto interprete con una lettera ufficiale al Cardinale Segretario di Stato di una richiesta al Santo Padre perché con un suo documento specifico metta in luce gli aspetti oltre che dottrinali anche pastorali che sono insiti nel mistero della Concezione Immacolata di Maria. Per parte sua nella festa di Tutti i Santi la Pontificia Accademia dell’Immacolata ha potuto condurre oltre un centinaio di fedeli alla volta di Lourdes per dare, inizio alle variegate iniziative pastorali programmate per il prossimo anno.

Nel quadro di un aiuto ad una maggiore consapevolezza della maternità spirituale di Maria nei confronti dei fedeli e per un impegno più coerente di imitazione della Sua trasparenza totale di fronte alla volontà di Dio il delegato per la Consulta Giovanile don Giacomo Martinelli ha tenuto una lezione all’Università di Lugano (21 Maggio), a Dongo (Como) il 29 agosto e l’11 dicembre ha guidato la meditazione per i sacerdoti romani di una prefettura.

Una considerazione a parte per la gravosità dell’impegno e la “responsabilità di onore” merita la magistrale conduzione della settimana di esercizi spirituali in Vaticano alla presenza del Papa, tenuta dal Vice-Presidente della Pontificia Accademia dell’Immacolata mons. Angelo Comastri.

Costante è stato l’impegno di sostegno al Santo Padre sia con la presenza domenicale agli angelus sia con la preghiera e con particolari veglie, durante i suoi viaggi Apostolici. In Croazia, in Bosnia-Erzegovina e a Pompei, in diversi modi, lo abbiamo potuto seguire da vicino.

Non è mancato l’appoggio anche di servizio, che gli aderenti della Pontificia Accademia dell’Immacolata hanno reso sia nell’incontro delle Pontificie Accademie in Vaticano il 6 novembre sia soprattutto con la sperimentata sollecitudine di Padre Pompei in occasione dell’omaggio floreale di Piazza di Spagna l’otto dicembre.

I Figli della Croce hanno contribuito in numerose circostanze al servizio liturgico sia in Santa Maria Maggiore sia in San Pietro.

Speciali ritiri e pellegrinaggi hanno contrassegnato l’anno del Rosario e la ricorrenza del venticinquesimo anniversario di Pontificato di Giovanni Paolo.

Significativo e molto partecipato il pellegrinaggio dei giovanissimi a Lourdes e Fatima durato 15 giorni e quello più breve dei diaconi e di alcune Figlie della Croce a Czestochowa e Kalwaria.

Tags: , ,

Commenti disabilitati.